Uno strumento nuovo per la ricerca di parole chiave: Ubersuggest

by Seo Anziano on 02/08/2010

Uno dei vantaggi di essere il Seo Anziano di una grossa (per l’italia) Agenzia di Search Marketing è che a volte la semplice esternazione di un bisogno si traduce, nel giro di poche ore, nella realizzazione di un tool che lo soddisfa egregiamente.

E’ quello che accaduto ad esempio con il Google Suggest Scraper di ThinkPragmatic, nella sua prima ma sopratutto nell’ultima versione “potenziata” denominata Ubersuggest.

Dovevo fare una keyword research un pò particolare per un cliente di cui mi serviva scoprire tutte le possibili ricerche effettuate sui motori per un dato nome, al di là dei volumi di ricerche.

Mi sono rivolto quindi al collega “Fragolina 88” (Alessandro Martin) chiedendogli se non fosse possibile potenziare il suo Suggest Scraper in modo da estrarre non soltanto i suggerimenti relativi alla query inserita,

ma anche tutti quelli ottenibili aggiungendo una lettera dell’alfabeto (dalla a alla z) in coda alla query:

Il risultato è appunto l’UberSuggest di cui presto anche Ann Smarty tesserà le lodi (infatti ecco l’articolo) 😀 .

Come funziona? Basta inserire la query di partenza, flaggare la voce “expand” e la voce “txt” per avere al volo un bel file di testo con tutte le ricerche suggerite da Google espandendo “alfabeticamente” la query.

Senza la funzione “expand” si ottiene il classico suggest scraper che esporta solo il “primo livello” di suggerimenti.

Il bello di questo tool, che mi scopro apprezzare in misura molto maggiore di quanto non faccia il suo stesso sviluppatore, è che consente di scoprire chiavi di ricerca che con il solo tool di adwords per le parole chiave non è possibile beccare.

Ad esempio per le chiavi protette da brand protection, il tool di Adwords non mostra dati sulle ricerche che lo includono, mentre dal suggest di google è possibile tirare fuori, in un click, oltre 200 keyword strettamente correlate o di long tail, (se ci sono state ricerche in merito). Ma più in generale trovo che questo tool sia utilissimo per l’espansione “verticale” di un keyword set.

Sulle applicazioni di un tool del genere mi fermo comunque qui perchè ci sono troppi spammer senza scrupoli in circolazione. Gentaglia pronta solo ad abusare subito di questo come di altri tool ideati in passato per nobili scopi ma asserviti infine alla becera causa del mero guadagno.

Per chi non avesse colto il senso di questo post all’interno del framework concettuale e filosofico di SEOntology, trattasi semplicemente di  lampante e gratuita  link love! 😀

{ 1 comment… read it below or add one }

Seo Anziano August 4, 2010 at 15:25

Guarda un pò che tripudio di Twitterate sull’Ubersuggest dopo neanche un giorno dalla segnalazione su SEOntology! 😀

Reply

Leave a Comment

Previous post: