Liberati di un peso e confessa il tuo Spam!

Hai fatto di recente dello Spam e ti senti giustamente in colpa?
Pratichi il cloaking senza ritegno e pudore ogni volta che ti si presenta l’occasione?
Hai venduto recentemente servizi SEO con pacchetti di keyword e posizionamenti garantiti?

Questo è il luogo dove puoi confessare, anche in forma anonima, i tuoi peccati.
Il confessionale SEO nasce dall’esigenza di dare ascolto ai molti SEO ed operatori del Search Marketing che, riconoscendo l’immoralità delle proprie pratiche di posizionamento, sentono il bisogno di confessare a qualcuno le loro nefandezze, per liberarsi il cuore ed espiare le proprie colpe non tanto dinnanzi a nostro signore Google quanto dinnanzi alla comunità degli utenti del web.

Che tu sia uno spammer alle prime armi o professionista, un Black-hat SEO navigato o un commerciale senza scrupoli, apri qui la tua coscienza e approfitta di questo spazio di purificazione.

A seconda della gravità delle tue azioni, riceverai le pratiche di redenzione per te più opportune.

{ 9 comments… read them below or add one }

Seo in Abruzzo November 25, 2010 at 20:22

Padre,
Non ho mai peccato, ho sempre fatto uso astuto di tecniche white hat. Studio, pratico ed esperimento dalla notte al di.
Di giorno mi faccio scorpacciate di CPC, CTR, CPA, Bounce rate e customer funnelling.

Eppure non sento la mia anima SEO soddisfatta. 🙂

Sono stato penalizzato una volta senza ancora averne capito il perché, ma su 45 siti che mandavo avanti forse posso pure starci.

Divento SEObestia quando vedo pratiche spam e meteore di stuffing e faccio uso a manetta dello spam report.

Aiuto la comunità a crescere prodigando la buona novella, ma diffido i “cattivi profeti” a proseguire nel loro viaggio.
Al pastore consiglio sempre di comprare il pesce invece di pescarlo, non saprebbe come fare del resto.

Cosa posso fare per redimere la mia SEOanima ?

Reply

uh October 14, 2010 at 15:03

Padre, faccio siti terribili per pagine gialle che mi vengono pagati 500 euro e vengono rivenduti a 7000
sono arrivato a farne fino a 60 al mese

Reply

Seo Guru August 31, 2010 at 19:31

Eccelso maestro vengo a confessarle quale umile discepolo impenitente di aver appena linkato codesto suo santuario, offrendolo alle ruvide tentazioni degli spider di Gugol.
Non pago del gesto condivisi il link su un social, salvo poi farlo rimbalzare nella mia arcana cassa di lifestreaming sfrenato e corrotto.

Potrà mai assolvermi? E Akismet stesso farà passare codesta scrittura che le mando?

🙂

Reply

FC February 17, 2010 at 15:00

Padre mi aiuti, ho bisogno del Suo conforto e delle Sue sagge parole per uscire da una situazione che è motivo per me di profondo malessere, fisico e spirituale.

Le espongo subito il mio problema: penso che Lui, il Demònio Adsense, abbia preso possesso del mio corpo.

Durante le crisi più profonde perdo il lume della ragione: inveisco contro la Sacra Usabilità, ripeto ossessivamente keyword ad alto CPC in lingue a me sconosciute, provo piacere nel titillare il mio eCPM con un continuo ed ossessivo refresh.

Persone a me vicine raccontano come durante questi episodi do’ prova di una forza spropositata e soprannaturale: riesco a generare decine di spam blog senza il minimo cedimento.

Lei è rimasta la Mia ultima ancora di salvezza. Confido nel Suo aiuto.

Reply

Seo Anziano February 17, 2010 at 15:02

Caro FC,

sono commoventi le tue parole. E’ la prima volta che mi imbatto in un caso di possessione demoniaca da Adsense!!

Come confessore di Seo spammoni, sto muovendo i miei primi passi in questo percorso a dir poco pioneristico, e devo ammettere che all’esorcismo non mi sento ancora pronto.

Il mio consiglio è di metterti in contatto con un collega, tale don Gabriele Amorth, dice di aver trattato oltre 60.000 casi di possessione demoniaca, per cui immagino saprà cosa fare anche nel tuo particolare caso.
Ha anche una pagina fan su Facebook con oltre 4.000 iscritti, per cui potresti inziare da li, diventando un suo fan. 😀

Quello che potrei consigliarti personalmente, è di vedere se non ti riesce per caso di prendere moglie e fare anche solo un figlio. In questo modo il tempo dedicabile alla creazione di MFA si ridurrà inevitabilmente, e il demonio insito nell’AdSense piano piano perderà presa sulla tua mente (è risaputo che il maligno colpisce sopratutto i singles e i cosiddetti “digital-natives” mentre la febbre da Adsense scema con i padri di famiglia, gli over 35 etc..) .

L’altra possibilità è appunto Padre Amorth.

Vedi tu cosa è meglio! 😀

Pape Satan Pape Satan Aleppe…

Reply

RR January 26, 2010 at 16:33

Padre,
lo confesso, sono un peccatore.
Pecco tutti i giorni, continuamente,
sono ossessionato dall’idea di poter alterare a mio favore i risultati dell’Altissimo,
e non lo nego Padre… provo un sottile brivido di piacere quando riesco ad infiltrarmi nelle maglie delle sue IMPERFEZIONI…
…lo vede Padre… sto bestemmiando e neanche me ne rendo conto, il mio pentimento non è completo anche se ogni tanto il rimorso mi assale.

Neanche il purgatorio di ripetute penalizzazioni riesce a scoraggiarmi,
ricado continuamente in tentazione.

mi aiuti Lei

Reply

Seo Anziano January 28, 2010 at 08:07

Caro Peccatore Recidivo,
la situazione mi è chiarissima e altrettanto chiara è la soluzione.

Spam report di 2° e 3° livello per le prossime 3 settimane.
Link Love di 1°, 2°, 3° livello (da documentarsi privatamente) verso siti no profit a tua scelta (non valgono le adozioni di bambini…), istituzioni di soccorso ai terremotati o qualche tempio buddista online.

Da ultimo, due video di Matt Cutts al giorno, (prima dei pasti) durante la tua prima settimana di spam report. I video dell’amato apostolo devono essere recenti, quelli in cui è pelato come un bonzo, per intenderci, vanno benissimo.

Sarà un pò dura i primi giorni, ma grazie a queste semplici pratiche purificatorie, ragazzo mio, vedrai che ne usciamo tutti alla grande in tempi relativamente brevi!!

Attendo fiducioso, assieme all’Altissimo, di vedere messe in opera queste benedizioni dal nostro figliol prodigo e poterne apprezzare i frutti tutti insieme qui in SEOntology.

A rivederci presto!

Reply

MP January 20, 2010 at 19:34

Padre, ho peccato, tre volte quest’anno!

Non ho santificato i link uscenti (e mi sono beccato una penalty da Google)
Ho rubato la link popularity da alcuni domini scaduti
Commetto atti impuri facendo regolarmente scraping di news

Dimmi Padre, cosa devo fare per redimere i miei peccati e diventare un SEO più puro?

Reply

Seo Anziano January 24, 2010 at 00:20

Caro MP,
benvenuto nella umile sagrestia di Seontology.
Ti ringrazio per il coraggio e la disponibilità che hai mostrato decidendo di compiere per primo questo importante passo inaugurando il confessionale.

Avrai notato, nevvero, il senso di sollievo che questo semplice atto di condivisione ha portato nel tuo cuore, permettendoti di tornare alla tastiera con uno spirito “rinfrescato”?!(:-D).

Fin da quando eri piccolo (aka “junior”) hai sempre mostrato una certa “attrazione” per quel tipo di pratiche SEO, magheggi e sperimentazioni varie che, volendo essere fedeli alla parola di G, non possiamo considere proprio conformi alla tavola della verità e del codice Seontologico.

Eppure, tu sai, lo spam (il male) assume diverse forme nella nostra vita.
A volte si maschera da “redentore dei poveri” oppure si spaccia come “movimento per l’evoluzione/raffinamento continuo dell’algoritmo” , ma bisogna saper guardare all’intenzione profonda che sta dietro ai comportamenti.

Per quel che mi è dato capire, non vedo alcun danno inflitto a qualcuno (se non a te stesso 😉 in conseguenza delle 3 pratiche che hai menzionate. Per cui, a sorpresa, non ho alcuna penitenza particolare da comminarti.
Ben altri sono i peccati sulla via del motore, per redimere i quali è nato Seontology.

Unico caso dubbio è quello della link popularity estratta dai domini scaduti perchè tecnicamente/giuridicamente non hai rubato niente a nessuno ma permane lo scrupolo morale di aver forse approfittato della “sbadataggine” o della debolezza di qualcuno che per qualche motivo non è stato in grado di rinnovare il proprio nome a dominio.

Lascio qui alla tua discrezione, abilità tecnica e buon senso, la possibilità di restituire ai vecchi proprietari di quei domini una parte della link juice che sai di aver raccolto da loro. Trovare altri siti eventualmente intestati alla medesima persona/ente che ti ha lasciato il dominio non dovrebbe essere un problema 😉

La santificazione dei link in uscita è qualcosa sul quale sarei andato giù duro se non fosse che ci ha già pensato Lui, dandoti prova tangibile del suo occhio vigile e della sua biblica capacità punitiva.

Ma adesso va figliolo, non voglio toglierti altro tempo…

Io ti benedico in nome del Padre (Google), del Figlio (Chrome) e dello Spirito Santo (Chrome OS).

Reply

Leave a Comment